Iniziamo dal SOL con un olio – principe

Il padiglione SOL racchiude in se tante realtà produttive che sono uno spaccato della produzione oleicola italiana. Troviamo anche prodotti esteri e ci fa piacere anche vedere la presenza dell’olio tunisino che abbandonati i sentori cupi della guerra dimostra una continua seppure graduale crescita. Il nostro interesse si rivolge, come al solito, a quelle realtà produttive che conosciamo meno o che rievocano in noi forti emozioni. C’è un imbarazzo iniziale a scegliere tra i tanti oli proposti. Segnaliamo i tenui fruttati provenienti dal lago di Garda, la dolcezza e l’armonia degli oli umbri e la imponenza degli oli pugliesi. Tutta l’Italia offre un vasto panorama oleicolo che è difficile sintetizzare. Un gentile e cortese signore ci invita a degustare il suo prodotto “Olive d’Aragona” che viene dalla nostra comune terra di Sicilia. E’ il principe Roberto Paternò Castello. Con grande e fiera umiltà ci racconta dei suoi ulivi che affondano le radici nella storia della ultracentenaria azienda di famiglia. Ci incuriosisce molto la cultivar utilizzata: il cipressino, rustico quasi selvaggio. L’olio dell’azienda che ha evidentemente affinato le tecnologie produttive e i tempi della produzione, risulta un forte concentrato di odori e sapori tipicamente mediterranei. Proviene da olivi coltivati esclusivamente alle pendici dell’Etna, in contrada Aragona. La caratteristica che colpisce è la persistenza che noti all’olfatto e al palato. Una armonia di profumi che ti riporta alla macchia mediterranea dell’Etna e un palato setoso, carezzevole e vellutato figlio dell’alto contenuto in polifenoli. La persistenza al palato è molto lunga e molto carica; alla fine rimane in bocca un senso di morbidezza che si trascina poi quella nota di mandorla amara e quel piccante di grande nobiltà. Un olio unico, come sottolinea il signor Roberto Paternò Castello, come unico è il Vulcano che ne determina l’essenza (www.agricolaragona.it).


Annunci

1 commento (+add yours?)

  1. Appunti dal 45° Vinitaly 2011 « Accademia Enogastronomica Hic!
    Apr 20, 2011 @ 21:31:36

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: